Was there life before computer?

gli strumenti di calcolo prima dell'era digitale


I sistemi non decimali


La costruzione dei calcolatori è complicata dall'esistenza dei sistemi monetari duodecimali, mutuati dall' Impero Romano e diffusi in tutta Europa da Carlo Magno nel 779, basati sulla libra (o lira) con unità decimali e tagli da 20 soldi e 240 denari. La Francia, dopo la Rivoluzione, fu la prima ad adottare il decimale ma i progettisti si dovevano sempre confrontare con la valuta britannica ed altri strambi sistemi. In basso a sinistra abbiamo un display in sterline, scellini e pennies, detto anche l.s.d.(!): gli Inglesi sono conservatori e i simboli sono ancora quelli di "librae", "solidi" e "denarii". A fianco un display in Rupie.

 

Display in sterline e in rupie

Non era certo facile: la sterlina era decimale ma divisa in 20 scellini di 12 pennies ciascuno, mentre il penny veniva frazionato in 2 halfpennies e 4 farthings. Se il prezzo di un oggetto è di 1£ 7s.9¾d. (cioè 1 sterlina, 7 scellini, 9 pennies, 1 halfpenny e 1 farthing) quanto costerà acquistarne tre? 4£ 3s.5¼d. naturalmente!

Poveri progettisti, si misurava in Imperiale (12 pollici = 1 piede; 3 piedi = 1 iarda; 22 iarde = 1 catena, ecc.), pesi e volumi erano complicatissimi e le calcolatrici utilizzate in India dovevano mostrare i risultati in Lakh, Rupie, (1/100.000 di Lak), Anna (1/16 di Rupia) e Pie (1/12 di Anna). L'India adottò il decimale nel 1957 e la Gran Bretagna nel 1971, ma gli inglesi lo combatterono a lungo sostenendo che era troppo difficile da imparare!

Spaccato del BriCal Calculator per la valuta britannica, ca. 1900

In Italia il decimale venne introdotto nel 1806 da Napoleone, che progettò la Lira italiana subito adottata in Lombardia e Piemonte. Dopo l'unificazione la Lira ebbe corso legale in tutto il paese sostituendo il caos delle diverse monete circolanti negli stati pre-unitari, alcune con divisioni più complesse del duodecimale. Un esempio minimo per la sola Toscana: 1 Lira toscana = 20 soldi = 1,50 Paoli = 0,60 Fiorini (0,84 Lire italiane); 1 Crazia = 5 quattrini = 1 soldo e 8 denari = 0,125 Paoli = 0,083 Lire toscane (7 centesimi italiani); 1 Fiorino = 100 quattrini = 2,5 Paoli = 1,66 Lire toscane (1,40 Lire italiane).

Dal 1861 vennero unificati anche i pesi e le misure: erano decine e si cambiava ad ogni frontiera, spesso ad ogni città. Il miglio romano era più corto del miglio fiorentino, simile a quello livornese, ma più lungo del miglio di Napoli e comunque diverso da quello di Genova, dal veneto e dal piemontese. I pesi poi ... una fatica fare l'Italia.

E' divertente ricordare un altro eccentrico sistema monetario: durante la Guerra di Indipendenza gli Americani, per protestare contro l'Inghilterra, adottarono il dollaro spagnolo frazionato in ottavi. Da qui deriva l'espressione "Pezzo da otto" per definire un oggetto di valore ma, pur avendo reso decimale il dollaro dal 1776, il frazionamento in ottavi rimase parallelamente in uso e solo nel 1998 Wall Street lo proibì nelle transazioni.

Calcolatori in ottavi, decimale, US Standard e valuta inglese.

Gli Americani usano il decimale solo per la moneta e continuano a misurare, come ormai solo la Liberia e il Burma, in US Standard dove un pollice è diviso in ottavi o sedicesimi. Esiste inoltre l'esadecimale in base 16 (10 cifre più le lettere da A a F nel quale 100 si scrive 64 e 200 come C8): inventato nel 1859 viene oggi adoperato dai programmatori in quanto il computer funziona proprio a multipli di 8 bit.

 

Display in ore e ore decimali

In astronomia il tempo è sessagesimale mentre in molti procedimenti di produzione si misura in ore decimali, ma fortunatamente addiator e pascaline si prestano ad ogni tipo di riporto. Per ogni unità di misura esiste quindi una calcolatrice specifica ma la coesistenza di diversi sistemi crea confusione: nel 1999 la sonda "Mars Climate Orbiter" si disintegrò nell'orbita marziana perché i sensori rilevavano le distanze in US Standard, comunicandole poi al centro di controllo che credeva fossero in decimale. Il responsabile dichiarò "People sometimes make errors" e questo costosissimo errore passò alla storia come "metric mix-up".

Pubblicità di una calcolatrice moderna in US Standard


Convertitore misure
Input       Risultato  
Da: Centimetri
Inches
Feets
Metri
Chilometri
Miles
A: Centimetri
Inches
Feets
Metri
Chilometri
Miles
   




Nicola Marras 2008

      

Valid CSS 3!      Valid HTML 4.01!

Se visualizzate questa pagina priva del menù laterale
di navigazione cliccate sul banner per rientrare nel sito