Was there life before computer?

gli strumenti di calcolo prima dell'era digitale


I regoli subacquei


I pionieri dell'esplorazione subacquea con autorespiratore avevano in dotazione solo i semplici nomogrammi di decompressione elaborati dalla US Navvy, ma dal 1988 esistono regoli che permettono di massimizzare le immersioni.

Nomogramma di decompressione

Recentemente, dopo anni di esperimenti con apparecchiature analogiche, sono apparsi piccoli computer in grado di effettuare calcoli sott'acqua ma il regolo subacqueo, soprannominato The Wheel, è sempre insegnato nei corsi di adde- stramento.

Questi strumenti servono per pianificare in tempi massimi delle immersioni in funzione della profondità che si intende raggiungere, calcolando la decompres- sione da effettuare prima di uscire dall'acqua per smaltire l'azoto accumulato in eccesso respirando aria compressa.

Una decompressione insufficiente procura disturbi spesso mortali: con il brus- co calo di pressione dovuto alla risalita l'azoto disciolto nel sangue si dilata, formando delle bollicine, e si rischia una pericolosa embolia. Bisogna quindi risalire lentamente, effettuando soste di smaltimento le cui quote e tempi vengono calcolati in base alla durata e profondità dell'immersione, tenendo presente anche la miscela gassosa respirata: aria, EANx (aria arricchita di ossigeno) o Trimix (ossigeno, elio e azoto).

Un lato è destinato al calcolo del tempo che deve trascorrere fra due immer- sioni o fra un immersione ed un viaggio in aereo. La decompressione lascia infatti per diverse ore una piccola quantità di azoto nel sangue, normalmente ininfluente ma che va considerata in caso di immersioni successive per evitare accumuli. Inoltre all'interno degli aeromobili la pressione è inferiore rispetto al livello del mare di ca. il 25%: riapparirebbero gli emboli e tutto l'azoto deve essere smaltito prima del volo.

   

The Wheel pronta all'uso e in azione

Sono calcoli da eseguirsi con precisione e sarebbe meglio utilizzare The Wheel solo a terra. L'ossigeno sotto pressione risulta tossico procurando cali di attenzione: una situazione non ideale per eseguire operazioni difficili, ma oggi provvedono ad effettuarle i computer subacquei, ormai molto economici.

   

Calcolatore subacqueo, 1970, e moderno computer da immersione




Nicola Marras 2008

      

Valid CSS 3!      Valid HTML 4.01!

Se visualizzate questa pagina priva del menù laterale
di navigazione cliccate sul banner per rientrare nel sito